Vai al contenuto

Cosa ha detto Fini di male?!?!


4Lb3Rt0

Messaggi raccomandati

Link al commento
Condividi su altri siti

l'astensione non è diseducativa ma è un modo di votare (solo per i referendum) .

Infatti un voto valido (che sia si oppure no) blocca la legge, ossia per non so quanto tempo non può essere modificata. l'astensione per non raggiungere il quorum è un voto per far capire che la legge deve essere modificata dal parlamento, perchè così non va bene e ancor meno bene se vincesse il si.

Quindi Fini ha detto una stupidata, e poi avrebbe dovuto esprimere molto prima il suo parere, in parlamento, quando invece ha votato il suo si alla legge.(Mi ricorda la sinistra al governo che, quando c'era uno sciopero era egualmente schierata nelle prime file degli scioperanti, ossia scioperava contro se stessa, e adesso Fini vota si per abrogare parte di una legge che lui ha votato)

Link al commento
Condividi su altri siti

domanda iniziale: ma hai letto l'intervista?!?!

Infatti un voto valido (che sia si oppure no) blocca la legge, ossia per non so quanto tempo non può essere modificata. l'astensione per non raggiungere il quorum è un voto per far capire che la legge deve essere modificata dal parlamento, perchè così non va bene e ancor meno bene se vincesse il si. [/b]

dì quel che vuoi l'astensione è solo un trucchetto che si usa quando si è in minoranza nei confronti del sì...

...poi ognuno si puo' inventare le motivazioni che vuole: che la gente è stupida e i parlamentari intelligenti, e ma lo hanno fatto prima loro, io volevo votare no ma poi non ci hanno fatto spiegare le nostre ragioni, ecc ma sono solo scuse...

Quindi Fini ha detto una stupidata, [/b]

sarà...

...cmq, lui parlava esplicitamente di quei politici che hanno inneggiato all'astensione (non di chi si asterrà)...

...un politico, in quanto eletto e in quanto rappresentante di una democrazia che si basa sullo strumento del voto non dovrebbe promuovere l'astensione anche perchè poi non potrebbe in alcun modo parlare di \"disaffezione del cittadino alla politica\", di \"lontanza tra i politici e la gente\" e tutte le altre frasi che spuntano in campagna elettorale...

e poi avrebbe dovuto esprimere molto prima il suo parere, in parlamento, quando invece ha votato il suo si alla legge.[/b]

se leggi l'intervista ha parlato anche di questo...

4Lb3Rt0

Link al commento
Condividi su altri siti

Originally posted by ellepidi

l'astensione non è diseducativa ma è un modo di votare (solo per i referendum) .

Infatti un voto valido (che sia si oppure no) blocca la legge, ossia per non so quanto tempo non può essere modificata. l'astensione per non raggiungere il quorum è un voto per far capire che la legge deve essere modificata dal parlamento, perchè così non va bene e ancor meno bene se vincesse il si.

Se nn sbaglio si puo votare skeda bianca, é uguale all'astensione, ma almeno si raggiunge il quorum...

ellepidi adesso ke lo sai andrai a votre skeda bianca? :twisted:

Le religioni sono come le lucciole, per splendere hanno bisogno delle tenebre.

A. Schopenauer

Link al commento
Condividi su altri siti

in italia la democrazia non esiste...c'è chi è ancora convinto che il referendum sia 1gara dove o si vince o si perde...

in realtà è solo 1richiesta di espressione della propria opinione in mertio ad 1argomento delicato...

se nn l'avessero fatto si sarebbe detto peste e corna...sicuro!

ovviamente chi si astiene richiede che la propria vita debba esser decisa da qualcun'altro che non sia ...qualcun'altro...

Link al commento
Condividi su altri siti

il problema è che se l'astensione fosse una scelta "fine a se stessa" nel senso mi astengo perche' non credo nello stato, non mi interessa l'argomento in discussione etc, nulla da dire...

...in questo caso però chi si astiene lo fa perchè non vuole confrontarsi con gli altri, e' il classico atteggiamento di chi si porta via la palla quando sta perdendo, a me sinceramente è un'atteggiamento che fa schifo...

...ammetterai poi che è difficile raggiungere la maggioranza quando gli altri partono con un vantaggio del 20-30%...

4Lb3Rt0

Link al commento
Condividi su altri siti

Certo, ma non bisogna farsi confondere le idee di un concetto solo perchè ci sono le persone che lo usano a proprio vantaggio solo quando gli fa comodo. Ed i politici lo fanno apposta ad appropriarsi dei concetti e delle idee delle persone per destrutturarle o per portarle a proprio vantaggio distorcendo le basi stesse degli ideali.

Io, sinceramente, non mi curo neanche di chi vota si, no, se vota o se non vota, ragiono sempre con la mia testa in relazione con me stesso, il più possibile nel limite delle mie facoltà e non mi importa se un giorno il mio pensiero coincida con un rosso, un nero, un colorato o un bianco e nero. :lol:

PS: questo solo per ricordare che ci sono sempre mille sfaccettature da prendere in considerazione :lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

pero' mai come in questo caso il voto non è una legittimazione di un sistema ma l'espressione di una volontà propria indipendente, dal fatto di far coincidere il proprio pensiero con quello di questo o di quel partito politico...

...per quello forse è intervenuta la chiesa con i suoi dictat...

4Lb3Rt0

Link al commento
Condividi su altri siti

infatti fini ha espresso il suo parere da cittadino e politico...ha detto che andrà a votare e che saranno 3 SI ed 1NO perchè lui ritiene sia giusto così....

sebbene io non voti il suo schieramento devo dire che è stata la persona + civile tra quelle sentite sin ora...papa compreso!

Link al commento
Condividi su altri siti

Archiviato

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

×
×
  • Crea Nuovo...